Chiaroscuro 58: l’Avventura

21 Ottobre, 2020
Posted in Attualità
21 Ottobre, 2020 Redazione

Eccoci di nuovo a raccontare il nostro nuovo numero in questa annata così particolare. Nonostante tutto la voglia della nostra redazione di dare spazio e voce a storie, aneddoti, testimonianze e quant’altro è sempre molto forte. Continuando il viaggio attraverso le eccellenze della città di Foligno, il numero 58 di Chiaroscuro si apre con un’intervista a Marco Gubbiotti, creatore di Cucinaa, locale che, nel panorama molto variegato e vivace della gastronomia cittadina, apporta un contributo molto significativo in termini di qualità e di originalità.

Sempre nella prima parte del nostro trimestrale, vi segnaliamo l’intervista di Enrico Falchi a Don Tonio Dell’Olio, Presidente della Pro Civitate Christiana di Assisi ed espressione di un cristianesimo molto attento ai valori civili, la riflessione di Fabio Luccioli per quanto riguarda la zona dell’Ex-Zuccherificio insieme al racconto di Alessio Vissani sul monte Subasio (un luogo dove si mescola sport, natura e tradizione).

Anche questo numero ha un macrotema di riferimento, che è stavolta l’avventura. Vi raccontiamo vite avventurose, come quella di Carlo Camillo Di Rudio, nel pezzo di Alessio Martella; ma vi raccontiamo anche lo spirito d’avventura che è insito nel paziente e glorioso cammino della ricerca scientifica. Perché la curiosità è avventurosa e lo è anche la conoscenza, nel momento in cui mette in discussione le nostre precedenti certezze. A tal proposito vi segnalo i pezzi di Luca Albertazzi, Gabriele Pastori e Roberto Grant.

Bisogna dire che, in epoca di Covid, anche ritornare a scuola costituisce un evento avventuroso, pieno di preoccupazioni e di incognite. Ce ne danno testimonianza gli articoli di Rachele Bigi e Teresa Rospetti. Come sempre non mancano le rubriche inerenti il cinema con i pezzi di Karen Berardi e Marco Travicelli Sciarra su dei film a tema avventura, la rubrica sui fumetti e sui giochi e ovviamente la parte dedicata all’arte e alla scrittura creativa.

Nelle pagine centrali a colori potrete ammirare il bellissimo reportage di Irina Mattioli, con le sue fotografie concettuali sulla danza e sul movimento

Buona lettura e buon ascolto a tutti.

, , ,